Energia

Ifremer: Il primo motore a onde di energia positiva sarà un bretone

By Eric Dussotoire , on 28 Marzo 2024 , updated on 4 Luglio 2024 - 3 minutes to read
Noter cet article
Nel 2020 è stato lanciato il progetto Dikwe di Ingénova in partnership con Ifremer e Geps Techno. Ricordiamo che si tratta di un ramo di ricerca e sviluppo della società di costruzioni del gruppo Legendre. Il prototipo del suo dispositivo di produzione di energia del moto ondoso in scala 1/15 è stato testato in un bacino oceanico. Successivamente, a Saint-Anne-de-Portzic, nel corso del 2022 è stato condotto un altro esperimento in scala 1/4. Un prototipo di diga costiera a energia positiva profonda 6 metri e alta 4,5 metri è stata immersa dall’azienda nel fiume Brest. Questi vari test furono conclusivi. Il progetto quindi continua a svilupparsi. L’azienda prevede addirittura di installare la prima diga portuale a energia positiva in un porto bretone l’anno prossimo. Spiegazioni.

Perché la Bretagna dovrebbe favorire l’energia del moto ondoso?


L’energia eolica viene utilizzata nella tecnologia dell’energia del moto ondoso per produrre corrente elettrica. Potrebbe aumentare significativamente la quota di energie pulite nel futuro mix energetico globale. Il World Energy Council stima che questa soluzione potrebbe soddisfare il 10% del fabbisogno energetico mondiale annuale. La Bretagna è una delle regioni francesi che può beneficiare di questo significativo potenziale. La sua costa si estende per oltre 2.730 chilometri e alcune regioni sono soggette a forti onde.
Prototipo DIKWE, nel porto di Brest (29Prototipo DIKWE, nel porto di Brest (29
Prototipo DIKWE sulla ferrovia di Brest (29) Ifremer/Legendre Group/Geps Tecno

Attualmente sono in corso alcuni progetti per sviluppare dispositivi di produzione di energia marittima. Le aziende stanno effettuando studi sulle possibilità di creare coltivazioni di luppolo in luoghi come Plougrescant, nella Côtes-d’Armor, e Audierne, nel Finistère. Nell’ambito del progetto Dikwe, la società Ingénova e i suoi partner stanno attualmente iniziando la costruzione di una nave dimostrativa in scala reale alimentata da energie rinnovabili. Secondo gli inventori di questo dispositivo, sarà messo in servizio nel 2024.
A LIRE  Questo nuovo materiale ceramico fotovoltaico è davvero 1000 volte più potente dei tradizionali pannelli solari? Scopri come avere l'elettricità gratis a casa!

Le caratteristiche future fanno presagire una portabilità energetica positiva


Nel 2024, il dimostratore a grandezza naturale sarà installato in un’area portuale del dipartimento del Finistère. Questa sarà l’ultima fase del progetto Dikwe, secondo Ingénova. Questa futura macchina per la produzione di energia navale misurerà dai 40 ai 50 metri di lunghezza. Il suo design è stato influenzato da un sistema energetico ondoso con un pannello oscillante (Flap). Alla struttura in cemento furono aggiunti elementi metallici che potevano essere sostituiti con legno. La sua efficienza energetica media sarebbe del 40% per onda.

Questa cifra è stata ottenuta a seguito di un esperimento effettuato a Brest nel 2022. Il modulo di prova su 14 scale era dotato di sensori per misurare il movimento dell’acqua e stimare il potenziale di produzione di energia. Sono stati studiati anche altri fattori, tra cui la resistenza del dispositivo, il potenziale impatto sull’ambiente e il livello di rumore. I risultati sono stati interessanti a tutti i livelli.
Raccogliere energia dalle onde.Raccogliere energia dalle onde.
recuperare energia dalle onde. Foto illustrativa non contrattuale. Credito immagine: Shutterstock

La fase di pre-commercializzazione


Questo progetto ha vinto sia il Blue Challenge 2020 che il Premio Innovazione Port of the Future. ADEME, le Regioni Bretagna e Paesi della Loira sostengono questo massiccio investimento. Pertanto, la società Legendre prevede di creare una joint venture con Geps Techno per gestire e regolare la futura catena di produzione dell’energia dell’idrogeno. Entro il 2024, questo dimostratore in scala reale consentirà di calcolare la produzione media annua dei siti selezionati. I gruppi di ricerca avranno così il tempo di considerare possibili progressi tecnici. È importante sottolineare che il sistema è dotato di telaio rimovibile che può essere regolato in base alle condizioni del sito (profondità, onde, ecc.). Secondo Quentin Henry, direttore del progetto, l’installazione di questa tecnologia energetica marittima può essere combinata con la costruzione di nuovi porti, l’espansione o il consolidamento dei porti. Maggiori informazioni: ifremer.fr


Vous aimerez aussi :

Bocche del Rodano: di fronte alla sovrapproduzione dei loro pannelli solari, questa coppia ha deciso di regalare gratuitamente la propria elettricità. Scopri come sono riusciti a rivoluzionare il loro consumo energetico!

A LIRE  Come ha fatto questa azienda vicino a Chartres a riempire l'intero suo sito di pannelli fotovoltaici? Scopri la risposta qui!

Nel cuore delle Bouches-du-Rhône, una coppia audace ha deciso di cambiare la situazione in termini di energia. Di fronte alla sovrapproduzione dei loro pannelli solari, hanno optato per un gesto rivoluzionario: offrire gratuitamente la loro elettricità. Scopri la loro incredibile…

Questa piccola città della Charente rivoluzionerà l’energia solare in Francia?

La cittadina della Charente sta per rivoluzionare l’energia solare in Francia? Un ambizioso progetto di installazione di pannelli solari promette di trasformare radicalmente il panorama energetico locale. Scopriamo insieme le sfide e le opportunità che stanno emergendo in questa ricerca…

Hai mai pensato di risparmiare con i kit di pannelli solari? Scopri come risparmiare facilmente!

In questo articolo esploreremo come risparmiare denaro utilizzando i kit di pannelli solari. Scopri una soluzione semplice ed efficace per ridurre le tue spese! Il sogno dell’autonomia energetica Il prezzo dell’elettricità continua ad aumentare, cosa che può preoccupare molti francesi.…

Francia: 6.700 pannelli per stimolare la produzione locale in Bretagna – Fine delle importazioni di elettricità in Bretagna?

In Bretagna sta emergendo un’iniziativa promettente con l’installazione di 6.700 pannelli solari volti a stimolare la produzione locale di elettricità. Questo approccio potrebbe segnare la fine delle importazioni di elettricità nella regione, offrendo così una prospettiva innovativa per l’autonomia energetica…

Partagez cet article :

Comments

Leave a comment

Your comment will be revised by the site if needed.