Energia

L’Italia vieta i pannelli solari montati a terra sui terreni agricoli: quale impatto sul futuro dell’energia solare in Europa?

By Eric , on 4 Luglio 2024 , updated on 4 Luglio 2024 — Pannelli solari - 3 minutes to read
Noter cet article

L’Italia ha recentemente preso la controversa decisione di vietare l’installazione di pannelli solari montati a terra sui terreni agricoli. Questa decisione solleva interrogativi sul futuro dell’energia solare in Europa. Quali impatti potrebbe avere questa misura sullo sviluppo delle energie rinnovabili nella regione?

La decisione del governo italiano

Il governo italiano recentemente vieta l’installazione di pannelli solari a terra su terreni agricoli, citando la necessità di fermare l’installazione “incontrollata” di pannelli fotovoltaici. Il ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida, ha chiarito che da questo divieto sono esclusi i progetti solari installati sopra le colture e quelli finanziati dall’Unione Europea.

Implicazioni per il settore delle energie rinnovabili

Questa misura ha sollevato preoccupazioni tra gli attori del settore delle energie rinnovabili. Coordinamento gratuito, un gruppo di aziende e associazioni ambientaliste, teme che il divieto possa danneggiare diversi progetti in corso. Ritengono che questa decisione potrebbe compromettere gli sforzi dell’Italia per raggiungere i suoi obiettivi decarbonizzazione entro il 2030.

Obiettivi di decarbonizzazione a rischio

La settimana scorsa, i paesi del G7 si sono impegnati a triplicare la capacità globale di energia rinnovabile. Allo stesso modo, la conferenza COP28 del 2023 ha raggiunto un accordo per triplicare l’energia rinnovabile mondiale entro il 2030. Secondo Coordinamento gratuito, norme severe sull’installazione di pannelli solari montati a terra potrebbero minare l’impegno dell’Italia verso questi obiettivi.

Assicurazione sulla capacità fotovoltaica

Gilberto Pichetto Fratin, ministro dell’Energia, assicura che il divieto dei pannelli solari montati a terra sui terreni agricoli non comprometterà le ambizioni del governo. Dice che l’Italia installerà ancora 38 GW di capacità fotovoltaico entro il 2030. Tuttavia, il disegno di legge deve ancora essere approvato dal Parlamento, lasciando molte incertezze sulla sua attuazione e sul suo impatto.

A LIRE  Come scegliere la migliore stufa a legna per la vostra casa?

Esenzioni e chiarimenti

Il divieto non si applica ai progetti installati sopra le colture, aprendo così la possibilità di installare infrastrutture solari con approcci agrovoltaico. Sono inoltre esenti anche i progetti che beneficiano di finanziamenti europei. Questa decisione mira a bilanciare il fabbisogno energetico del paese preservando i terreni agricoli.

Conseguenze per il futuro dell’energia solare in Europa

Le normative italiane sollevano interrogativi sulla capacità dell’Europa di rispettare i propri impegni climatici. Altri paesi europei potrebbero seguire l’esempio dell’Italia, il che potrebbe complicare ulteriormente lo sviluppo di progetti solari. I governi dovranno trovare un equilibrio tra la preservazione dei terreni agricoli e il crescente fabbisogno di energia verde.

Cose a cui prestare attenzione

  • L’impatto di questo divieto sugli attuali progetti solari in Italia.
  • Le reazioni degli altri Paesi europei a questa decisione.
  • Ulteriori misure che il governo italiano potrebbe mettere in atto per sostenere le energie rinnovabili.

Fonte: energianews.pro

Vous aimerez aussi :

L’India prevede di installare 10 milioni di tetti solari nelle case dei cittadini

L’India prevede di installare 10 milioni di tetti solari nelle case dei cittadini Il governo indiano ha lanciato un ambizioso programma per installare tetti solari su 10 milioni di case in tutto il Paese. Questa iniziativa, denominata PM-Surya Ghar, mira…

Installare una turbina eolica nel tuo giardino è una buona idea?

Possiamo utilizzare il sole, l’acqua o il mare, così come il vento, per produrre energia rinnovabile. Grazie all’energia eolica, la produzione netta di elettricità della Francia ha raggiunto l’8,6%. Per fare un confronto, la Danimarca è il principale produttore europeo…

La fusione nucleare inerziale raggiunge un nuovo traguardo storico: la rivoluzione dell’energia cinetica

A LIRE  Come riuscirà DLVAgglo a trasformare in soli dieci anni 150 ettari in una fonte inesauribile di energia pulita?

La fusione nucleare inerziale raggiunge un nuovo traguardo storico: la rivoluzione dell’energia cinetica La ricerca di fonti energetiche sostenibili e potenti ci spinge costantemente a esplorare e innovare. Tra le tecnologie emergenti, la fusione nucleare inerziale si distingue per il…

Guida per riconoscere un pellet di buona qualità

I pellet di legno, chiamati anche pellet, sono sempre più utilizzati come fonte di energia rinnovabile per riscaldare le case. Per ottenere il massimo dal proprio impianto di riscaldamento a pellet è fondamentale scegliere pellet di alta qualità. In questo…

Partagez cet article :

Comments

Leave a comment

Your comment will be revised by the site if needed.